MENU

Cinque autori, quattro incontri, cento minuti: torna “Adria legge”

Anche quest’anno nelle calde serate di luglio, il Presidio del Libro di Adria ha organizzato gli incontri con autore della rassegna “Adria Legge in Cento Minuti”, perché non c’è temperatura che tenga quando si ha voglia di cultura, di parole, di vivere una storia raccontata da altri e farla propria.

Tutti gli incontri si terranno nei giardini della Fondazione Franceschetti – Di Cola alle ore 21.00 e gli spettatori scopriranno autori e libri, uno più accattivante dell’altro.

Si inizia venerdì 5 con Eugenia Rico, originaria di Oviedo, Spagna, trasferitasi stabilmente a Venezia. Tra le sue opere di maggiore successo, tradotte in molte lingue ricordiamo La muerte blanca, vincitrice premio Azorin nel 2002, il saggio En El paìs Las vacs sin ojos. Collabora con El Mundo e El Paìs. Con la città di Adria e con la moderazione di Francesca Beltrame, condividerà le avventure di una scrittrice alla ricerca di risposte e che si imbatterà in culti atavici della natura, mistero e tensione nel libro Il sentiero del diavolo, Elliot Edizioni.

Il 12 luglio “si gioca in casa” con Riccarda Dalbuoni, giornalista professionista e addetto stampa del comune di Occhiobello. Tiene la rubrica I dialoghi della vagina sul quotidiano FerraraItalia, dove ci si confronta sul rapporto di coppia, sulle dinamiche relazionali uomo-donna, ma perché limitarsi a raccogliere opinioni ed esperienze e lasciarle lì depositate? E così nasce dalla scrittura di Riccarda il libro Dicotomia d’amore, La Carmelitana Edizioni, dove i suoi stessi lettori sono protagonisti e prenderanno vita durante il suo Reading letterario.

Il 19 sarà il turno di un suo collega giornalista, Paolo Zardi. Finalista Premio Strega con il romanzo XXI Secolo, vanta racconti tradotti e pubblicati dalla rivista Lunch Ticket di Antioch di Los Angeles. Considerato da molti uno dei migliori scrittori di racconti contemporanei, presenterà il libro La gente non esiste, Neo Edizioni, guidato dalla curiosità di Cristiana Cobianco.

Concluderanno la rassegna, venerdì 26, Peppe Millanta e Maura Chiulli.

Peppe, diplomato presso l’Accademia d’Arte Drammatica Silvio D’Amico in Drammaturgia e Sceneggiatura, ci farà volare nel suo romanzo d’esordio, Vinpeel degli orizzonti, Neo Edizioni, già vincitore di oltre dieci Premi nazionali, tra cui il Premio John Fante Opera Prima ed è stato candidato Premio Strega Ragazzi. Vinpeel ricorda il ragazzino che è dentro ognuno di noi, la cui vita sembra appartenere ad un sogno e gli amici hanno la consistenza delle nuvole e di bizzarri personaggi, la cui curiosità lo spinge oltre i limiti dei grandi.

Maura è scrittrice e mangiafuoco, si interessa di body Art e arte performativa. Ha esordito con Piacere Maria, cui sono seguiti i saggi Maledetti Froci e Maledette Lesbiche, Out.La discriminazione degli omosessuali e il romanzo Dieci Giorni. Con Hacca Edizioni ha pubblicato Nel nostro fuoco, attraverso il quale ci racconterà una paternità quasi difettosa, caratterizzata da una incapacità ad accudire, da un alfabeto emotivo, gesti ripetuti e sguardi incantati, che solo i bambini possono donare senza nulla chiedere in cambio. Condurranno la serata Aurora Cassetta e Lara Mantovani.

Queste serate sono organizzate con la collaborazione di Libreria Apogeo e della rivista Rem, patrocinate dall’Amministrazione Comunale di Adria, e supportate da chi ancora ci crede, come l’Albergo Momi’s di Cavarzere, Porzionato Rino Arredamenti, l’Ostello Amolara, il Bar Cavour, il Bar-ristorante il Ciondolo, il Ristorante Tablá e web Delta Informatic di Casellato Massimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *