MENU
22070439_10213821271544197_387047176_o

Nella golena del Balutìn risorge la “Casa del pescatore”

Nell’area golenale di Corbola detta del Balutìn un gruppo di studenti di architettura e di architetti riutilizzano le due passerelle dismesse e le usano come base dove far sorgere la casa del pescatore. Il piccolo manufatto è stato progettato e realizzato durante il workshop di architettura-autocostruzione canPO #03 che si è svolto dal 18 al 23 settembre.

Il workshop, alla sua terza edizione è organizzato dall’architetto Alessandro Bellini, coadiuvato dalla presenza dei colleghi Paolo Mestriner, Emilio Caravatti e Gian Luca Brunetti, in collaborazione con il comune di Corbola, Voci per la Libertà, Deltarte e con la sponsorizzazione della ditta Zennaro Legnami. Sono stati undici gli studenti provenienti da tutta Italia a scoprire il nostro Delta. Per loro è stata anche la prima volta con la quale si sono rapportati con il tema del progettare per poi realmente costruire un’architettura.

Il workshop, che ha investigato le sommità arginali nelle precedenti edizioni, ha quest’anno coinvolto l’area golenale ai piedi dell’argine. Al Balutìn sorge infatti un piccolo manufatto in legno nero che si rivolge al grande fiume, aprendosi ad esso ma al contempo schermando il visitatore per accoglierlo in una dimensione più intima.

Questa struttura vuole da un lato continuare ad indagare i temi legati alla visitazione lenta e ai dispositivi che possono relazionarsi ad essa e dall’altro investigare il tema dell’ospitalità diffusa in questo territorio offrendo vecchi o nuovi modi per abitare.

La casa verrà tra qualche mese spostata alle Scuole Medie di Corbola e diventerà un modulo didattico.

22068926_10213821271504196_403189365_o

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *