MENU

Teatro fuori dai Teatri

Frequento Facebook da curiosa, sempre in cerca di iniziative interessanti e per tenere d’occhio quelle che secondo me sono persone di talento. Qualche settimana fa delle foto molto tenere postate dalle attrici Chiara Galdiolo e Beatrice Pizzardo hanno attirato la mia attenzione per l’intensità che trasmettevano.“Da gennaio a maggio 2017 abbiamo tenuto un laboratorio teatrale, con gli ospiti residenti di Casa Serena di Rovigo, che ci ha coinvolte profondamente e che ci ha fatto conoscere una delle comunità più fragili e forti allo stesso tempo”. Avendo avuto modo di conoscere Beatrice mi sono spinta ad indagare, convinta che l’attore può anche alimentarsi di nuove storie e sentieri dallo spettatore/attore di un laboratorio.

E lei mi scrive: “Il teatro vive quando sta in mezzo alle persone, negli spazi dove le persone vivono, nelle vie e le piazze delle città e anche in quei luoghi che per loro natura sono come città nelle città. Lavorare in un ambiente come quello di Casa Serena ci ha dato la possibilità di scoprire la varietà dell’umanità che lo abita e quanto questa umanità abbia ancora da dare e desideri ricevere. Un’esperienza che, per noi che facciamo teatro e che ci nutriamo di vita e di storie, è fondamentale”.

Ed anche Chiara Galdiolo e Angela Grigolato che ha documentato il percorso con foto e video, mi confermano questa umanità che il teatro amplifica: “Ciò che ci interessava maggiormente era dare loro la possibilità di rielaborare emozioni, intuizioni, ricordi, attraverso gli strumenti propri del teatro e di creare uno spazio di condivisione, protetto e sicuro. Abbiamo adoperato la musica, il canto, la lettura. Abbiamo raccontato e ci siamo fatte raccontare. E come sempre accade con il teatro abbiamo visto l’insorgere di piccoli miracoli: le persone più riservate aprirsi al dialogo, gli scontrosi ridere, i diffidenti partecipare, i più estroversi predisporsi all’ascolto. Un’esperienza unica nel suo genere, perché lo spettacolo più bello è dato dai frutti che abbiamo raccolto insieme e che ci siamo scambiati vicendevolmente come doni dolci e preziosi” (Chiara Galdiolo).

FB_IMG_1500558396128

La sensazione forte è la crescita reciproca delle parti in gioco l’artista/educatore e l’anziano/autore/spettatore/attore: “Entrare in un ambiente protetto è sempre un affare delicato per chi vuole proporre un percorso artistico perché si partecipa a dinamiche profonde e personali. Ogni volta che uno dei partecipanti si lasciava un po’ andare al gioco, alla finzione o al ricordo per me era una conquista. Tra le tante, l’immagine che emerge di più dai miei ricordi ripensando a questi mesi è l’intreccio di mani diverse, ognuna segnata dal proprio percorso di vita.La staticità imposta dai troni metallici a due ruote (deambulatori) veniva in questi momenti dimenticata, per assaporare nei volti i sorrisi di una gioia fanciullesca. Ho scoperto che la tenerezza tra un uomo e una donna non ha età, ci si può amare in tante forme, anche solo per i dieci minuti di un gioco in cui un bacio sulla guancia ed un fiore di plastica regalato ti danno la libertà di far uscire emozioni sincere, come fosse la prima volta. Questa è la libertà del gioco teatrale” (Angela Grigolato).

Sono sempre più convinta che il teatro ha potenzialità enormi quando esce dal teatro, e questa esperienza mi riporta a Seneca: “La vita è come una commedia: non importa quanto è lunga, ma come è recitata”.

Chiara Galdiolo, Beatrice Pizzardo e Angela Grigolato, fanno parte di Collettivo Polýkenos, un gruppo artistico eterogeneo inserito nell’associazione di promozione sociale Stellà. Stellà si propone di portare il proprio apporto originale nel progettare e promuovere attività culturali, ricreative e formative, in cui i giovani ed i cittadini tutti che lo desiderino possano sviluppare le proprie aspirazioni, nelle ragioni di quello “stare insieme” posto alla base delle esigenze associative. L’associazione è costituita oggi da un gruppo di liberi professionisti che lavorano in ambito artistico, principalmente teatrale e formativo, che svolgono diverse attività in cui lo sviluppo del potenziale umano ne è il fulcro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *