Oltre trecento studenti del liceo scientifico “Paleocapa” di Rovigo si sono messi alla prova in percorsi di Alternanza scuola lavoro, in ambito culturale e scientifico, in collaborazione con aziende e organizzazioni locali.
Con la legge 107 del 2015 detta la “Buona Scuola”, anche il Liceo Scientifico “Paleocapa” di  ha aderito a questa modalità didattica innovativa per i Licei, mentre era già consolidata da dieci anni negli Istituti Tecnici e Professionali, con una obbligatorietà di 400 ore.

Si è partiti due anni fa con 14 classi del terzo e quarto anno scolastico della scuola di secondo grado, coinvolgendo oltre 300 ragazzi, con un minimo di 200 ore, da effettuarsi alternando ore di attività formativa in classe ad altre in situazione lavorative, svolte in aziende ospitanti. La programmazione appartiene alla scuola in co-progettazione con le aziende ed i partners coinvolti, con una valutazione annuale mediante verifiche effettuate in condivisione dal tutor scolastico, quello aziendale e l’intero consiglio di classe.

alternanza scuola lavoro paleocapa (3)

La professoressa Laura Petternella, responsabile della Funzione Strumentale Asl del Liceo Paleocapa, ha coordinato oltre 300 studenti in un lavoro in divenire, mediante una griglia di autovalutazione a livello sperimentale con un diario di bordo. In questi due anni, spiega la dirigente scolastica Paola Passatempi, l’Asl ha coinvolto 50 partner, tra cui la Camera di Commercio di Rovigo Delta Po Lagunare, ed aziende rodigine quali l’azienda agricola Valier, Marketing Arena, l’azienda agricola El Capiteo a Grignano Polesine, Fornace Fonti Srl, L’Irsap, Tidiemme, con i quali i rapporti sono cresciuti nel tempo. Inoltre ci sono state collaborazioni di alternanza ed orientamento con le Università di Ferrara, Verona, Padova.

Molteplici i progetti di classe, i progetti d’istituto, ed i progetti presentati dagli studenti quali “Sinergia formativa con il territorio polesano”, con la partecipazione degli allievi durante il periodo estivo nelle ditte coinvolte, convenzioni e protocolli di intesa con enti pubblici, Comuni e Biblioteche, associazioni di volontariato e parrocchie, associazioni sportive, liberi professionisti.

alternanza scuola lavoro paleocapa foto (1)

Ecco quindi la modellizzazione della sala della meridiana dell’osservatorio astronomico “La Specola” di Padova, con un percorso di studio e di applicazione per la realizzazione di un modello tridimensionale, e la preparazione del pieghevole “Come in uno specchio, Villa Tivoli Adriana”, per la valorizzazione del sito archeologico, entrambi con il laboratorio di architettura “PopLab” di Rovigo, tutor Luca Trombin.

Ancora, il seminario nazionale “Didattica delle Lingue e delle Letterature Classiche”, il progetto “Teatro Forum”, condotto dalla Cooperativa Teatro Jolly, con Michele Silvestrin, attore, regista e formatore con il metodo teatrale pedagogico brasiliano Boal, “Teatro dell’Oppresso”, come modo di fare esperienza di cambiamenti, di allenarsi alla vita reale provandola in scena. Il progetto “Impara l’Arte”, tutor Sara Surico, storica della critica d’arte, di Turismo e Cultura, in cui i ragazzi hanno adottato un quadro che è stato poi spiegato in sede espositiva a Palazzo Roverella a Rovigo, alle Gallerie dell’Accademia e a Palazzo Cini a Venezia, oltre a progetti formativi autonomi degli alunni all’Archivio di Stato di Rovigo e con il Gruppo Astrofili Polesani.

alternanza scuola lavoro paleocapa foto (6)

Anna Pegoraro della classe terza A del corso di scienze applicate, ha creato un blog in cui inserire fotografie ed articoli sui progetti ed i percorsi dei suoi compagni coinvolti nei laboratori didattici ed operativi, con l’intenzione di creare un vero e proprio sito, dove poter scambiare pareri e consigli sull’alternanza scuola lavoro.

E’ questo un modo per fare una riflessione sull’esperienza al di là della legge, sui cambiamenti del mondo, e lavorarci dentro è un modo per stare nei cambiamenti. Per i giovani è importante recepire il messaggio di formazione globale della persona, diventando consapevoli di tutto quello che si fa, entrando in questo processo di produzione di come si fa Cultura, perché simulare la situazione significa prendere coscienza e vivere esperienze realmente valide per la crescita personale dello studente, futuro fruitore del mondo in tutti i suoi molteplici aspetti.

alternanza scuola lavoro paleocapa foto (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *