Intimacy. Tipi da spiaggia

Non che fosse l’ora migliore per andare in spiaggia, il caldo toglieva il fiato, ma almeno c’era poca gente. Stesa sulla brandina Luisa leggeva assorta. L’ombra del tendalino le riparava il viso mentre il sole si occupava del resto. L’altoparlante dello stabilimento offriva compilation di successi a buon mercato. A pagina 89, nel bel mezzo delle […]

Intimacy. Night-Club

Lo spazio curvo dietro il palco era diventato una sala da pranzo, la direzione tratteneva il costo di quello che definiva “cena” dalla paga delle ballerine. L’arredamento consisteva in sei tavolini da bar degli anni ’60 e una ventina di sedie di resina bianca, oltre ad un poster sbiadito di una corrida le sole decorazioni […]

Intimacy. Il giubbotto di renna

Massimo camminava a testa bassa, il sole era tramontato, faceva freddo e il giubbotto di renna era leggero. Aveva due cappotti, uno cammello e uno blu, ma erano entrambi consumati. Il ritmo dei passi lo aiutava a scaldarsi e gli dava un’aria decisa, aveva spazzolato i mocassini, si era pettinato e indossava una camicia pulita.Isabella […]

Intimacy. Psicoterapia

Enrica non c’era più. Una vita piena di promesse cancellata da uno schianto stupido, inutile e immotivato come solo la morte sa essere.Si smussano gli spigoli, si tenta di convivere con il dolore, ma non si accetta la perdita.La mente torna a quel giorno, continua a riviverne i dettagli cercando di capire quale sia stato […]

Intimacy. 1979 d.C.

Da oggi, per qualche settimana in questa estate calda e ferma, entriamo nel mondo di parole che agita il tic-tac della tastiera di Mario Bellettato. Sei racconti brevi per altrettanti momenti di vita, sogni, ricordi, forse. Ci sono un’ombra di nostalgia, uno sguardo riposto che si apre, il confine lieve tra realtà e finzione.Buona lettura […]