“Il poeta è un tuffo nel mare fatto a rallentatore”. Sarà il cantautore brindisino Bungaro ad aprire “Tra ville e giardini”, con un concerto nella splendida villa Morosini a Polesella.

Nascono da una visione della sua bambina il titolo e le atmosfere di “Maredentro live”, l’ultimo disco ed il primo dal vivo di Bungaro, ora una tournée (“Maredentro live tour”), già sold out nelle principali città italiane e che arriva in anteprima in Polesine alla rassegna estiva organizzata da Ente Rovigo Festival.

Appuntamento martedì 17 luglio 2018, alle 21.30 nel giardino di Villa Morosini, in via Alessandro Selmi, 543 a Polesella, per una serata che mescolerà come sempre gli ingredienti di successo di “Tra ville e giardini”: le emozioni della musica, con il disco bello e intenso di Tony Bungaro, e la maestosità del nostro patrimonio artistico, con questa elegante villa cinquecentesca, già dimora del doge di Venezia Francesco Morosini, a fare da scenario dell’esibizione.

Il Maredentro live tour festeggia i 25 anni di carriera del cantautore pugliese, che è stato definito “un fuorilegge messo a capo di una sommossa sentimentale”, con un viaggio di suoni e di passioni, che riprende il tema del mare, soprattutto quello “che è dentro di noi”, del disco “Maredentro” e si riappropria di brani indimenticabili scritti per altri interpreti, dandogli una luce nuova.

Momento di grazia per Bungaro, che da Sanremo 2018, partecipando con Ornella Vanoni e Pacifico ed il suo brano “Imparare ad amarsi” ha vinto il premio Sergio Endrigo per la migliore interpretazione, il Baglioni d’oro per la miglior canzone ed il premio Afi 2018 dell’Associazione fonografici italiani.

Con questo concerto Bungaro rilancia una miriade di perle da scoprire o riscoprire, brani riarrangiati e interpretati nel suo stile inconfondibile ed essenziale: “Io non ho paura” resa celebre dall’interpretazione di Fiorella Mannoia, “Guardastelle” vincitrice del premio della critica al Festival di Sanremo 2004, canzone che ha girato il mondo ed è stata interpretata anche da Youssou N’Dour; “Il mare immenso”, presentata nel 2011 al Festival di Sanremo da Giusy Ferreri. Inoltre, per la prima volta Bungaro canta ed omaggia altri artisti, Domenico Modugno, Sergio Endrigo, Paolo Conte, David Byrne dei Taking heads; da sottolineare la cover de “L’ombelico del mondo” di Jovanotti che diventa “Lo viddiccu di lu mundo” nella sua versione in dialetto salentino.

Strepitosi gli arrangiamenti, che si intrecciano con i testi per uno spettacolo da vedere con gli occhi e sentire col cuore. Di prima grandezza la band, composta oltre che da Bungaro per voce e chitarra acustica, da Antonio De Luise al contrabbasso, Marco Pacassoni al vibrafono, percussioni e batteria, Antonio Fresa al pianoforte.

La rassegna Tra ville e giardini 2018 viene promossa e finanziata dalla Regione del Veneto attraverso Reteventi, dalla Provincia di Rovigo che l’ha sostenuta fin dalle origini, col contributo della Fondazione Cariparo e di 13 Comuni polesani che ospiteranno a turno i 14 spettacoli in programma. L’organizzazione fattiva è dell’Ente Rovigo Festival con la collaborazione del Rovigo convention&visitors bureau.

Biglietti
Biglietto d’ingresso unico: 5,00 euro, acquistabile alla biglietteria a partire dalle 20.30.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *