Cartoline dal Polesine è la nuova mostra del Fotoclub 85 di Villanova del Ghebbo, già esposta in sala Civica in occasione della fiera paesana ed ora in Comune a Ceregnano fino all’11 novembre, con la presentazione a cura di Cristina Sartorello.Nessuno manda più cartoline illustrate, scritte a mano con dedica, perché sostituite dai selfie, dagli scatti fatti col cellulare inviati via telefono o con le mail. Dove è finita la trepidazione dell’attesa, la lettura delle parole tanto desiderate, il francobollo colorato sulla cartolina proveniente da paesi lontani, per non parlare delle cartoline postali.

Ecco allora le “Postcards” dal Polesine, per illustrare attimi magici, momenti rubati alla quotidianità, scene di vita della civiltà contadina, vecchie case fotografate col foro stenopeico, il pastore con il suo gregge di pecore vicino al fiume Adige, o la tecnologia dei pannelli solari collocati tra campi di grano e papaveri rossi.

Queste cartoline ci danno una immagine diversa del fiume Po, con la sua piena a Polesella, le chiuse dei collettori padani, la pesca dei mitili, l’allevamento dell’ostrica rosa italiana, detta la “Perla del Delta”, i casoni di valle e le costruzioni abusive sugli scanni, con la flora e la fauna locale e gli uccelli volanti sullo sfondo. Cartoline sono anche piazze e chiese del capoluogo e di paesi limitrofi, o la documentazione storica del lavoro dell’Archivio di Stato di Rovigo.

Le “cartoline” sono state scattate da Germano Baccaglini, Angela Benetti, Umberto Bindi, Lucio de Sanctis, Fabio Finotti, Paolo Gambaro, Nicola Nese, Nazzareno Previato, Cristina Sartorello, Gabriele Trevisan, Vittorino Zambello.

Un’esposizione di 44 immagini a colori ed in bianco e nero, di undici fotografi che propongono la loro visione del Polesine: quale cartolina vorreste ricevere?

Il Fotoclub 85, così chiamato perché fondato nel 1985, nasce a Villanova del Ghebbo (Rovigo), da amici appassionati di fotografia, con lo scopo di diffondere la cultura fotografica, aiutando le persone a migliorare la propria tecnica fotografica spiegando, mostrando, condividendo, valutando e discutendo di fotografia con persone affini.
Il primo Presidente del Fotoclub 85 è Vittorino Zambello che inizia con i soci a partecipare a concorsi fotografici locali e successivamente il loro entusiasmo li porta a realizzare, in occasione della fiera del Paese, le loro prime mostre fotografiche.

Dal 1988 al 1990 si effettua una ricerca storico topografica sul percorso dell’Adigetto a Villanova del Ghebbo, ed una successiva ricerca fotografica, con una mostra di immagini in bianco e nero, e poi a colori, dal 1920 al 1980 sui personaggi, sugli scorci del paese, sui matrimoni, sulla chiesa e sull’importanza del mondo calzaturiero, sorto a Villanova del Ghebbo nel 1900, ed il confronto con la realtà odierna.

Oltre agli incontri settimanali del lunedì sera, il Fotoclub 85 organizza conferenze con esperti fotografi come relatori, dando così uno stimolo ricco per la crescita fotografica personale, ed organizza workshop, uscite fotografiche e visite a mostre.

Preziosa anche la collaborazione con la Biblioteca Comunale, con il Comune, con le scuole dove sono stati fatti corsi di fotografia ai bambini delle elementari e presso le scuole medie e lezioni alla Università Popolare della terza età di Villanova del Ghebbo.

Il Fotoclub ha partecipato a mostre fotografiche a Villa Pepoli a Trecenta, a Polesine Fotografia in Villa Badoer di Fratta Polesine, al circuito del Girofile, ad eventi come Rovolon Fotografia, concorsi Fiaf Veneto, Bassano Fotografia, ed altro. Il circolo è affiliato alla FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche) con il numero 1767; il Fotoclub 85, con presidente Vittorino Zambello, è il fotoclub del Polesine e della città di Rovigo.

fotoclub mostra ceregnano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *