Intimacy. Wild

Era l’atteggiamento che assumeva dopo la trasgressione: funzionava come una specie di purificazione, di espiazione e catarsi. Intere settimane senza bere, diete salutiste a base di yogurt e verdure, lunghe passeggiate e ore di nuoto in piscina.Agnese camminava lungo il sentiero che s’inerpicava nel bosco, il ritmo era scandito dai passi e dal respiro affannato. […]

Piccole storie per cuori aperti: Un prato verde

L’affetto e la comprensione spuntano fuori da sguardi e da luoghi inaspettati. Hanno una forza incredibile. La forza di farci sentire parte del mondo, anche quando il mondo nel quale siamo abituati a vivere prova a dirci il contrario. Leggete questa piccola storia di Annarosa Granata per sentire una tale forza silenziosa e potente. Alberto […]

Intimacy. Night-Club

Lo spazio curvo dietro il palco era diventato una sala da pranzo, la direzione tratteneva il costo di quello che definiva “cena” dalla paga delle ballerine. L’arredamento consisteva in sei tavolini da bar degli anni ’60 e una ventina di sedie di resina bianca, oltre ad un poster sbiadito di una corrida le sole decorazioni […]

Piccole storie per cuori aperti: Un amo vuoto

I legami familiari ci restano cuciti addosso come abiti. Si stropicciano, si strappano, a volte, ma hanno la resistenza del tempo. Lo impariamo fin da bambini. Annarosa Granata lo sussurra in questo racconto di crescita, di iniziazione alla vita. Nico era legato da un profondo affetto a suo fratello. Era di dodici anni più grande […]

Intimacy. Il giubbotto di renna

Massimo camminava a testa bassa, il sole era tramontato, faceva freddo e il giubbotto di renna era leggero. Aveva due cappotti, uno cammello e uno blu, ma erano entrambi consumati. Il ritmo dei passi lo aiutava a scaldarsi e gli dava un’aria decisa, aveva spazzolato i mocassini, si era pettinato e indossava una camicia pulita.Isabella […]