Esce con una nuova cadenza questo numero 26 della rivista REM. Quella naturale di un quadrimestrale, dunque con tre numeri previsti per l’anno 2022.
Tolta un po’ (solo un po’) la polvere di un 2021 per tutti faticoso, l’associazione REM calendarizza a marzo, giugno e ottobre le uscite del magazine.
Un numero corposo il 26, come sempre, pieno di spunti attuali ma anche profondi nel tempo. La rivista spazia nel crogiolo culturale del Polesine e del più ampio territorio veneto, conferma appuntamenti consolidati con rubriche e autori, ma propone nuove voci e finestre sulla realtà intorno.
Ecco una carrellata su quello che troveranno i lettori, partendo da qui:

La storia di copertina, scritta da Vainer Tugnolo e dedicata al regista Marco Segato, ci accompagna in giro per il Veneto alla ricerca dei luoghi del cinema; una conversazione piena di visioni che spaziano nel cinema di finzione, nel documentario, nella fotografia di un territorio esplorato a fondo dalla settima arte.
Per le Immagini apriamo uno squarcio visivo sull’opera di Paolo Gioli, l’artista (pittore, fotografo, regista, sperimentatore) nato a Rovigo, vissuto nel mondo, morto a Lendinara poche settimane fa, a gennaio. Lo ricordiamo e ripercorriamo la sua opera con le parole di Tobia Donà in un pezzo a tutto tondo.
E poi una novità tra le rubriche: parte da questo numero “Ecco il resto!”, spazio dedicato al Museo Archeologico Nazionale di Adria, curato dalla sua direttrice, Alberta Facchi, che apre stanze nascoste, scartabellando tra i pezzi preziosi e poco visibili custoditi dal museo; un’occasione per “vedere” rarità e scoprire frammenti di storia.

Ogni pagina è da scorrere e scrutare. Oltre alle rubriche storiche “Taccuino futile” di Natalino Balasso e “La nottola di riserva” di Cristiano Vidali, i lettori troveranno l’editoriale dedicato allo scrittore Vitaliano Trevisan da poco scomparso lasciando un segno indelebile.
Per le Parole c’è il viaggio di Sandro Marchioro tra le pagine di Niente da vedere. Cronache dal Polesine e altri spazi sconfinati di Sandro Abruzzese, con un racconto fotografico di Marco Belli (Rubbettino Editore, 2022).
Diego Crivellari, invece, scava con delicatezza nelle pieghe di Pier Paolo Pasolini, di cui in questi giorni si ricordano i cento anni dalla nascita.
E se lui è una firma consolidata di REM, in questo numero con lui, Natalino Balasso, parliamo nell’intervista di Elena Cardillo per scoprire un artista poliedrico e sfuggente alle definizioni.
Tra le Storie, Antonio Giolo ci porta a scoprire aspetti poco noti di Francesco Antonio Bocchi, mentre Sandra Bedetti traccia un profilo biografico dello studioso e storico adriese.
Un’immersione nella vita degli alberi è il regalo prezioso di Marco Barbujani, in un articolo che analizza e racconta la funzione dei fusti nel paesaggio e nell’agricoltura del territorio.
Marica Bottaro e Paolo Zoccarato spalancano per noi le porte del Conservatorio di Adria a conoscere gli spazi e l’attività brulicante e internazionale che lo anima; accompagna il pezzo un articolo di Gianfranco Scarpari sulla destinazione di Villa Mecenati a Conservatorio, era il 1977.
Scopriamo con Valentino Zaghi la vita di Velia Titta Matteotti, moglie e poi vedova del grande politico, giornalista, antifascista.
Gustiamo il bosgàto ‘rosto nelle parole di Mario Bellettato, sempre capaci di intrecciare arte del cibo, luoghi, ricordi, storia del territorio.
Il Redazionale curato dalla Fondazione Banca del Monte di Rovigo è dedicato al Concorso letterario “Sergio Garbato”.
Infine, ma per chiudere il numero in vera bellezza, c’è la rubrica “Dietro lo scatto” di Milko Marchetti: questa volta “Alberi” da scoprire sfogliando REM.

Dove acquistare REM

REM 26 è disponibile in tutte le edicole della provincia di Rovigo e si trova in vendita anche alle librerie Libri Appesi di Adria, Ubik di Rovigo di Piazza Vittorio e Fattoria ed Edera di Carta di Cavarzere. Si può anche richiedere tramite il sito di Apogeo Editore, a questo link.

Anticipiamo che…

Presenteremo REM 26 in diverse occasioni:
mercoledì 23 marzo al Conservatorio di Adria
giovedì 31 marzo al Museo Archeologico Nazionale di Adria
domenica 3 aprile alla Sala della Gran Guardia a Rovigo, nell’ambito delle “Domeniche ecologiche” rodigine.

Per i dettagli, seguiteci su remweb.it e sulle pagine Facebook e Instagram di REM!

Il Sommario di REM 26:

EDITORIALE. Vitaliano Trevisan (1960-2022)

RUBRICHE.
Taccuino futile – Discussioni teatrali di Natalino Balasso
La nottola di riserva – Il contagio dei desideri di Cristiano Vidali
Ecco il resto! – Il tempo prezioso: le catene da orologio dei Bocchi di Alberta Facchi

STORIA DI COPERTINA. La giusta distanza. Il Veneto osservato con lo sguardo del cinema. Conversazione con Marco Segato di
Vainer Tugnolo

PAROLE. I vaganti della paura di Sandro Marchioro. Foto di Marco Belli

IMMAGINI. Paolo Gioli. I volti e le maschere di Tobia Donà

PERSONAGGI. Pier Paolo Pasolini, cento anni dopo di Diego Crivellari

PERSONAGGI. Trovare linguaggi, raccontare storie, divergere dalla realtà. Dal teatro allo schermo, i territori sempre nuovi di Natalino Balasso di Elena Cardillo

STORIE. Nobili costumi amorosi ottocenteschi. Alcuni aspetti poco conosciuti della vita di Francesco Antonio Bocchi di Antonio Giolo. Con un profilo biografico del Bocchi di Sandra Bedetti

ATTUALITÀ. L’eredità dissolta. Gli alberi nel paesaggio agrario di pianura di Marco Barbujani

LUOGHI. Il Conservatorio di Musica di Adria di Marica Bottaro e Paolo Zoccarato, con un articolo di Gianfranco Scarpari

PERSONAGGI. Velia Titta Matteotti. Il dolore e la dignità di Valentino Zaghi

SAPORI & SAPERI. Bosgàto ‘rosto co le patate ‘mericane. Arrosto di maiale con le batate di Mario Bellettato

REDAZIONALE. La VI edizione 2021 del Concorso letterario “Sergio Garbato” a cura della Fondazione Banca del Monte di Rovigo

RUBRICA. Dietro lo scatto – Alberi di Milko Marchetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.