Da qualche settimana nelle edicole e nelle librerie, il numero 26 della rivista REM si prepara ad iniziare un viaggio nel Polesine per presentare gli articoli e gli autori e per raccontare le tante connessioni con il territorio e con le realtà culturali che lo animano.
La prima tappa del viaggio è mercoledì 23 marzo alle ore 21 (nella bellissima sede del Conservatorio Statale di Musica “Antonio Buzzolla”) nel nuovo Auditorium di Adria intitolato a Ferrante e Rosita Mecenati, in una serata concerto per fiati.
Saranno gli studenti della Classe di musica d’insieme per fiati del prof. Guido Campana e l’Adria Wind Ensemble diretta dal prof. Valerio Maini a riempire di note l’Auditorium del Conservatorio.

Non è un caso e neppure un azzardo presentare nel contesto di Villa Mecenati il primo articolo della rivista REM, arrivata al numero 26.
Tra i tanti interventi del magazine abbiamo scelto di partire da qui, dall’articolo Il Conservatorio di Musica di Adria scritto da Marica Bottaro e Paolo Zoccarato. I due autori in questo approfondimento spalancano per REM le porte del Conservatorio a conoscere gli spazi e l’attività brulicante e internazionale che lo anima; il pezzo è accompagnato da un articolo di Gianfranco Scarpari sulla destinazione di Villa Mecenati a Conservatorio, era il 1977.

Sarà il direttore della rivista Sandro Marchioro a presentare REM 26, mentre la presidente dell’Associazione REM Elena Cardillo leggerà alcuni brani dell’articolo di Gianfranco Scarpari. Il direttore del Conservatorio Paolo Zoccarato e la prof.ssa Marica Bottaro presenteranno il loro articolo.

Marica Bottaro è cultrice della materia in Musicologia presso l’Università di Venezia e docente di Storia della Musica presso il Conservatorio di Adria. Per REM ha delineato La nascita del Conservatorio:

Il Conservatorio “Antonio Buzzolla” di Adria sorge nella zona più attiva del Polesine. È proprio attorno ad Adria che, nel corso dei secoli, la maggior parte delle attività politiche, sociali e culturali hanno avuto modo di nascere, concentrarsi e svilupparsi. In questa sede ci dedicheremo alle iniziative musicali della città di Adria e alla loro storia, poi- ché è stato grazie alla loro convergenza che il Conservatorio “A. Buzzolla” è venuto alla luce.

Paolo Zoccarato, Direttore del Conservatorio di Adria dal 2020, già docente di Esercitazioni corali nella stessa scuola di musica, ci racconta Il Conservatorio “Buzzolla” oggi:

Se il Conservatorio è diventato l’università della musica, non per questo trascuriamo di occuparci degli studenti all’inizio del percorso: per chi parte da zero ci sono i corsi di formazione di base, che durano tre anni (per il canto uno solo), e poi i corsi propedeutici, di uguale durata (tre anni anche per il canto). Questi due cicli hanno l’obiettivo di preparare gradualmente all’ingresso ai corsi accademici.

Auditorium del Conservatorio di Adria, Viale Maddalena, 18
È obbligatorio indossare la mascherina FFP2 e presentare il Green Pass rafforzato.
Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria su:
https://www.eventbrite.com/o/conservatorio-di-adria-ro-33880912765

REM 26 è disponibile in tutte le edicole della provincia di Rovigo e si trova in vendita anche alle librerie Libri Appesi di Adria, Ubik di Rovigo di Piazza Vittorio e Fattoria ed Edera di Carta di Cavarzere. Si può anche richiedere tramite il sito di Apogeo Editore, a questo link.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.