Tornano con ben dieci nuove canzoni i Marmaja, la storica band folk rock, che mancava sulle scene da qualche anno.

La notizia l’hanno data loro, sulla pagina Facebook del gruppo: “Dopo un lungo silenzio volevamo regalarvi delle canzoni, loro già c’erano alcune pronte, alcune quasi, ma erano rimaste lì, senza nessuno, senza casa.
Ci siamo ritrovati e le abbiamo cantate di nuovo, registrate con piccoli mezzi, in uffici, in stanze prestate, non avendo sala prove”.

I dieci brani nuovi usciranno su Youtube e vedranno alcuni giovani artisti affiancare componenti storici del gruppo, come il cantante Maurizio Zannato, il polistrumentista Guido Frezzato, che da sempre si divide tra chitarre e strumenti a fiato, il batterista Moreno Prearo e il fisarmonicista Giovanni La Terza.

“È stato come agli inizi, arrangiandoci, facendo del nostro meglio – raccontano ancora -. Gli abbiamo dato un nome, che dipinge la nostra situazione attuale, il nostro stare qui, ora, l’abbiamo chiamato #notengocasa e lì ci ritroveremo, augurandoci che tutto ciò sia per voi un regalo”.

Vero e proprio mito musicale della nostra provincia, i Marmaja hanno preso il volo nei primi anni Novanta, arrivano subito a calcare palcoscenici importanti come Arezzo Wave, dove hanno suonato nel 1994, e collaborando con artisti come The Gang, Tupamaros, Mercanti di Liquore, Cristiano De André. I loro brani sono apparsi in numerose compilation. 

Tra le chicche, il brano “Per la scossa dei tuoi baci (andavo a tre kilowattora)” è diventato nel 2014 l’inno ufficiale della campagna “M’illumino di meno” per il risparmio energitico, lanciata dal programma radiofonico di Rai Radio 2 Caterpillar, in cui si sono esibiti. Nello stesso anno, i Marmaja hanno vinto il premio della giuria popolare di Voci per la Libertà – Una canzone per Amnesty, con la canzone “Storia di qui”.

Sette i loro album prodotti finora, che hanno visto collaborazioni di musicisti come Gualtiero Bertelli e Alberto Cantone, Claudio Lolli e Luigi Grechi De Gregori e moltissimi altri. Il loro terzo album, “Marmaja”, ha vinto il Premio Ciampi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *