Arriva per la prima volta in Italia, a Palazzo Albergati a Bologna, la Collezione Julián Castilla, uno dei più ricchi archivi fotografici spagnoli.

Ad essa, infatti, è dedicata la mostra “PHOTOS! I capolavori della Collezione Julián Castilla: Cartier-Bresson, Doisneau, Capa, Man Ray e i più grandi fotografi del ‘900”.

Un fermo immagine del secolo scorso

Per la curatrice Cristina Carrillo de Albornoz ogni fotografia racconta una storia magnifica: se un fotografo riesce a prendere l’istante decisivo, è un gran fotografo.

Dall’8 aprile al 4 settembre 2022 sono esposte in mostra oltre 70 opere della fotografia internazionale e spagnola, molte delle quali sono stampe vintage, con gli scatti più iconici dei maestri più amati di sempre: Alfred Stieglizt, Man Ray, Henri Cartier-Bresson, Vivian Meier, Robert Capa, André Kertèsz, Alberto Korda e Robert Doisneau, nonché fotografi spagnoli come Carlos Saura, Ramón Masats, Oriol Maspons, Isabel Muñoz, Cristina García Rodero o Chema Madoz, di cui non sempre conosciamo le opere.

Molti altri sono i protagonisti indiscussi, con le loro memorabili fotografie, entrate ormai nell’immaginario collettivo come fermo-immagine del secolo scorso, di un viaggio imperdibile nella storia della fotografia.

Fotografia dagli esordi alle sfide di oggi

Considerata una delle collezioni private più importanti d’Europa, appartenente a Julián Castilla, noto collezionista d’arte spagnolo, di pittura e anche di fotografia, copre più di un secolo di arte fotografica, dalla nascita della fotografia moderna all’inizio del XX secolo a quella attuale del XXI secolo. Una narrazione che passando per la creazione dell’Agenzia Magnum e lo sviluppo del fotoreportage, dall’evoluzione della fotografia di moda, al racconto del presente, si confronta oggi con le sfide contemporanee nell’era digitale.

La maggior parte delle opere della sua collezione storica sono in bianco e nero. L’ultima fotografia, datata febbraio 2005, è degli artisti Christo e Jeanne-Claude, che ritraggono la loro monumentale installazione di 37 chilometri a Central Park, composta da un totale di 7.503 “porte”, cioè pannelli di tessuto arancione.

Il proprietario delle opere ha spiegato che per lui collezionare foto è stata una delle migliori cose della sua vita e nella mostra “Photos!” ha voluto raccontare la storia della fotografia del ventesimo secolo.

La mostra “Photos!”

Con un biglietto unico si può visitare al piano superiore di Palazzo Albergati anche la mostra “Oliviero Toscani 80 anni da situazionista”, un’esposizione che ripercorre la carriera del grande fotografo.

Le mostre sono visitabili a Bologna in via Saragozza, 28 tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 20.00 fino al 4 settembre 2022.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.