Appuntamento mercoledì sera 25 luglio per il secondo incontro di Saperi di Mare, il festival di Filosofia e cultura del Delta del Po giunto quest’anno alla terza edizione.

Dopo l’intervento della professoressa milanese Rossella Fabbrichesi, ad intrattenere il pubblico sarà questa volta Antonio Lionello (nella foto in copertina), professore di storia e filosofia nei licei del padovano. Laureatosi in Filosofia all’Università degli Studi di Padova, si è dedicato particolarmente ai fenomeni contemporanei della cultura, approfondendo temi molto attuali come la sociologia della comunicazione. Proprio in questa direzione sarà orientato, infatti, il suo intervento nell’ambito di Saperi di Mare, per il quale è stato scelto il titolo suggestivo: ‘Dal far west al far web: la democrazia è finita nella rete?’.

Una domanda che vorrà ripartire dall’inizio della democrazia moderna per ripercorrerne le tappe fino ai giorni nostri, indagandone le trasformazioni e le nuove sfide da essa poste. Quella americana, infatti, fu un’esperienza di riferimento per quanto riguarda la realizzazione concreta della democrazia nella modernità. L’ideale democratico si giustificava allora con la volontà di includere progressivamente nella vita politica una quantità di cittadini sempre maggiore, indipendentemente dalla posizione sociale, dalla disponibilità economica, dalla provenienza. Oggi, nel mondo dell’informatica e dei social network, questa aspirazione sembrerebbe pienamente realizzata: è sufficiente avere un computer per accedere ad internet, informarsi liberamente e partecipare assiduamente alla web democracy. Ma può davvero dirsi questo il compimento della democrazia? Lungi dall’essere solo un enorme contenitore, non è forse internet ciò che influenza in modo decisivo anche i nostri contenuti e lo stesso modo di pensare? Possono i ‘webeti’, come li ha definiti il giornalista Enrico Mentana, essere i soggetti della democrazia del domani, o ne segnano piuttosto la degenerazione interna?

 

 

Su queste ed altre domande ci si interrogherà mercoledì sera al Centro Congressi di Rosolina Mare, in Piazzale Europa alle ore 21:30. Ad introdurre il professore sarà lo studente Cristiano Vidali, ideatore ed organizzatore del festival. I temi citati verranno affrontati, appunto, ‘democraticamente’, in forma accessibile a tutti, così che non sia necessaria nessuna conoscenza pregressa per poterli comprendere ed apprezzare. La questione della democrazia, infatti, è un tema portante di Saperi di Mare ed ogni anno vi è dedicato un appuntamento ad hoc – l’anno scorso, ad esempio, a parlarne fu il celebre filosofo Massimo Cacciari. Se l’educazione dei propri cittadini è un problema cardine della democrazia contemporanea, Saperi di Mare vuole essere precisamente un’occasione per rispondere di tale esigenza, in modo certamente limitato ma significativo.

Una volta terminato l’incontro, sarà disponibile per i presenti un assaggio di vini locali ed un buffet ricco di prodotti tipici del Delta del Po. Il professor Antonio Lionello, così come in ogni serata, resterà presso il Centro Congressi anche una volta terminato il suo intervento, per consentire ai partecipanti di rivolgergli personalmente ed informalmente i propri dubbi, perplessità o riflessioni personali in un’atmosfera conviviale.

L’appuntamento successivo, che concluderà l’edizione di quest’anno, avrà luogo lunedì 30 luglio, con la partecipazione del professor Franco Trabattoni.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *