Esce oggi 15 febbraio 2021 un libro per noi molto importante, che certamente non mancherà di appassionare i lettori. Arriva infatti in libreria e negli store online il nuovo libro di Alessandro De Bei, dal titolo “Conversazione con gli spettri. La poetica di Alberto Savinio”. Così l’autore nella prefazione: Dobbiamo all’acume critico di Leonardo Sciascia la feconda riscoperta dell’opera letteraria di quel gigante del Novecento che è stato Alberto Savinio. È nell’elogio dell’arte della conversazione, in particolare, che Sciascia vede tralucere in filigrana la tessitura di un divagare delle “mete minime e inapparenti” che fornisce una delle cifre più significative di Savinio. Una vita, la sua, dedicata alla scienza metafisica, che rivela, dietro un ostentato polimorfico dilettantismo, una mente proteiforme, in grado di attraversare le arti, dalla musica (esordisce come pianista e compositore, un vero enfant prodige), alla pittura, alla letteratura, al teatro

Alessandro De Bei è nato a Treviso nel 1971. Dopo il diploma presso il liceo artistico della sua città, si è laureato in pittura all’Accademia di Belle Arti di Venezia nel 1995. L’anno successivo si è specializzato in tecniche dell’incisione con una borsa di studio alla Scuola internazionale di Grafica d’Arte “Il Bisonte” di Firenze. Nel 1998 ha vinto il Premio “Tiepolo” alla Prima Biennale dell’incisione italiana di Mirano. Nel 2003 ha esposto le sue opere calcografiche alla Galleria degli Uffizi di Firenze, in occasione della mostra celebrativa dei vent’anni della Scuola de “Il Bisonte”, della quale è ritenuto uno degli incisori più rappresentativi. Collabora con la Stamperia d’Arte Busato di Vicenza. Dal 2013 è socio dell’Associazione Incisori Contemporanei ed ha partecipato a Biennali e Triennali di Incisione e ad esposizioni nazionali e internazionali.
Come critico letterario ha curato la postfazione della raccolta
Sottocosta del poeta Francesco Crosato. Suoi racconti di narrativa sono presenti in varie antologie. Nel 2017, al festival CartaCarbone di Treviso, è stato rappresentato il suo poema teatrale Per una Musa ritrovata, dedicato ad Arturo Martini e a Giovanni Comisso. Nello stesso anno è stato ospite al Premio “G. Maestri” al Museo d’Arte della città di Ravenna.
Sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private, in Italia e all’estero. È docente di tecniche pittoriche nella città di Treviso.

Il libro è disponibile nelle librerie di Treviso “Ubik“, all'”Universitaria San Leonardo” e alla “Lovat” a Villorba. A Padova alla “Progetto” di via Gradenigo, alla “Zabarella” di via Zabarella, alla “Limerick” all’Arcella, a “Librosteria” di via Savonarola, alla “Mondadori” al C.C. Ipercity, a Rovigo alla “Ubik” di Piazza Vittorio e al “Libraccio” di Corso del Popolo. Alla libreria “Apogeo” di Adria. Ogni libreria, se sprovvista, lo può ordinare.

E’ acquistabile su tutti i siti online: es. IBS e sul sito di Apogeo Editore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *