Lunedì 27 febbraio il Cinema Politeama di Adria propone un evento speciale nell’ambito della seconda parte della rassegna “Ruggiti dalla laguna”.
Verrà infatti proiettato “La pelle dell’orso”, film d’esordio del regista padovano Marco Segato: la pellicola, tratta dall’omonimo libro di Matteo Righetto, oltre alla partecipazione di Lucia Mascino e Maria Paiato, vede Marco Paolini nel ruolo di attore protagonista.

Si tratta di una proiezione della Jole Film che ha consentito ad un regista veneto, alle prese col suo primo lungometraggio, di mettersi in luce e di conquistare, notizia di questa settimana, l’ingresso nella cinquina che ai David di Donatello concorre al premio di miglior regista esordiente.
La serata, organizzata in collaborazione con l’Associazione Culturale Magnacharta, vedrà dalle ore 21 il regista presente in sala, al Cinema Politeama di Adria, per introdurre con Vainer Tugnolo la proiezione del film e poi, al termine della stessa, per rispondere alle domande del pubblico.

Marco Segato ha lavorato come assistente alla regia al film “La giusta distanza” di Carlo Mazzacurati ed è animatore dell’Euganea Film Festival, rassegna itinerante di film, documentari e cortometraggi che si svolge all’aperto ogni anno in diverse località dei Colli Euganei, oltre che di Detour, Festival del cinema di viaggio che anima ogni autunno la città di Padova.
Ha al suo attivo numerose opere documentaristiche fra cui “Via Anelli”, “Ci resta il nome” con Mario Rigoni Stern e Andrea Zanzotto e “L’uomo che amava il cinema” dedicato a Piero Tortolina, vero e proprio punto di riferimento per generazioni di cinefili padovani.

“La pelle dell’orso”, ambientato sulle Dolomiti, segna la formazione, o meglio l’evoluzione, nel rapporto fra un padre e un figlio alle prese con un una società e un ambiente che non sembrano in grado di accettare fino in fondo. Sorprendenti la fotografia e la forza del paesaggio , incalzante il ritmo della narrazione.
Il film, uscito da poco più di tre mesi nelle sale e accreditato nei favori del pubblico da un crescente passaparola di gradimento, ha già partecipato a numerosi festival in Italia e all’estero: dopo l’ottenimento del premio del pubblico a “Les Rencontres du Cinema Italien” di Tolosa è passato attraverso il Festival di Berlino fino alla freschissima e prestigiosa candidatura di questi giorni ai David di Donatello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *