Le vicende e i protagonisti del Risorgimento a Fiesso Umbertiano sono al centro del convegno che si terrà nel comune altopolesano sabato 3 dicembre.

“Ad onore a memoria ad eccitamento di fatti gloriosi”: memorie risorgimentali fiessesi è il titolo del pomeriggio di studi che l’Associazione Culturale “Flexus”, in collaborazione con il Comune di Fiesso Umbertiano, propone per il pomeriggio di sabato 3 dicembre, dalle ore 15, presso la sala ottagonale di villa Morosini Vendramin Calergi, ora Municipio.

L’iniziativa, che rientra nel calendario della 22 esima Settimana dei Beni Culturali in Polesine, dedicata al 150° dell’annessione del Veneto al Regno d’Italia, intende riscoprire alcuni fatti e figure locali del processo risorgimentale, da Carlo Cavriani (1760 – 1826), Cancelliere del IV Cantone napoleonico di Fiesso, al pretore Luigi Antonio Viviani, tra gli affiliati alla “vendita” carbonara di Rovigo, fino a giungere alle figure dei principali volontari che animarono le tre Guerre d’Indipendenza.

Tra queste, risaltano Luigi Fernaroli (1802 – 1849), “rivoltoso” fucilato nel tentativo di aiutare gli insorti veneziani guidati da Manin e Tommaseo, Baldassare Faccioli di Casale di Scodosia (1840 – 1866), uno dei Mille di Garibaldi, morto a Fiesso il 17 settembre 1866, e Giovanni Battista Bononi (1833 – 1898), primo sindaco e poi Presidente della Provincia, che si adoperò per ribattezzare “Umbertiano”, in onore del Principe Umberto I di Savoia, distintosi nel 49° Reggimento di fanteria nel Quadrilatero di Villafranca, il nome del paese, con delibera consiliare votata il 30 marzo 1867.

Un quadro variegato fatto di volti, figure, ideali e valori che inquadrano il nostro territorio nelle più ampie vicende del processo risorgimentale, patrimonio ideale da trasmettere, ancora oggi, alle giovani generazioni.

A trattare questi temi, una nutrita schiera di relatori (Marco Chinaglia, Maurizio Romanato, Christian Rossi, Luigi Contegiacomo, Pierluigi Romeo di Colloredo Mels, Giuseppe Battaglia, Livio Zerbinati, Antonello Nave) di livello locale e nazionale. Al termine dei lavori inaugurazione della mostra storico – documentaria “Baldassare Faccioli, uno dei Mille” e presentazione del relativo catalogo, a cura dell’Associazione Filatelico Numismatica “S. Franceschetti” di Montagnana in collaborazione con la famiglia Foratti di Padova.

La mostra resterà aperta ad ingresso libero dal 3 all’11 dicembre negli orari d’ufficio del Municipio e nelle giornate festive di domenica 4, giovedì 8 e domenica 11 dalle 10 alle 12.

Alla manifestazione parteciperanno figuranti in costume d’epoca e rappresentanti della sezione polesana “Gen. Domenico Piva” dell’Associazione Nazionale Cacciatori delle Alpi “Giuseppe Garibaldi” di Cividale del Friuli con labaro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *