Questa mattina ero in macchina e uno mi ha tagliato la strada e io gli ho gridato: ma va in figa de to mare.

Poi mi è dispiaciuto e mi sono anche messo a pensare: ma perché qui in Veneto si usa mandare in quel posto lì qualcuno che ti combina qualcosa? Perché non è un bel posto dove mandare qualcuno, fa proprio schifo invitare qualcuno a fare quella cosa lì, che perfino Edipo lo ha fatto per sbaglio e tu invece uno lo inviti proprio a non sbagliarsi. Che poi se uno la mamma gli è morta è proprio impossibile mandarlo lì.

Ma ho anche pensato che forse la rabbia degli uomini è una cosa incredibile che scoppia come un petardo e forse ce l’hanno anche gli animali, ma non così, e poi gli uomini se si fermano alle parole è un conto ma se passano dalle parole ai fatti sono peggio degli animali.

E allora forse bisognerebbe fare tutti degli esercizi per tenere sotto controllo la rabbia; ma chi li fa gli esercizi e come fai a farli fare a tutti?

E mentre pensavo a tutte queste cose avvicinandomi alla soluzione senza mai trovarla non mi sono accorto di una macchina che veniva da destra e gli ho tagliato la strada. E ho visto chiaramente che quello della macchina mi diceva: ma va in figa de to mare.

E non saprei se poi si è pentito e ha pensato alle cose che ho pensato io. Ma mi pareva di no.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *