Dopo gli appuntamenti a Padova tra settembre e ottobre, Solidaria 2021 arriva a Rovigo, Adria e Lendinara, con una serie di incontri ed eventi dedicati al tema scelto per la quarta edizione: EVOLUZIONE.
Dal 27 novembre al 5 dicembre la provincia di Rovigo sarà lo scenario di incontri, dibattiti, riflessioni con esperti, studiosi, scrittori, donne e uomini che si occupano di cultura del territorio e delle arti. Tanti confronti organizzati e coordinati dal Centro Servizio Volontariato di Padova e Rovigo.
Quest’anno anche l’associazione REM Ricerca Esperienza Memoria collabora con Solidaria, in particolare per quattro incontri dedicati a libri e autori che, su piani diversi, raccontano le potenzialità e le sfumature dell’evoluzione umana e del pianeta.
Una parola, un concetto, quello di evoluzione, ricchissimo di declinazioni e implicazioni, una bussola per leggere e scandagliare quattro libri e quattro autori affacciati sul mondo da punti di osservazione differenti.
Gli appuntamenti sono sparpagliati tra Adria, Lendinara e Rovigo, luoghi del Polesine, un territorio ricco di contraddizioni, accelerazioni, lentezze; e soprattutto àncora e lente d’ingrandimento del Delta del Po: un sistema fluido di natura e cultura che evolve da millenni.

Ecco i dettagli dei quattro appuntamenti e poi il riepilogo del più ampio programma.
Per tutti gli incontri è previsto l’ingresso con iscrizione al sito www.solidaria.eu

Sabato 27 novembre, ore 18, Sala Federighi, Adria
MOLTI: DISCORSO SULLE IDENTITÀ PLURIME — Presentazione del libro
L’autore, Giovanni Boniolo, docente di Filosofia della scienza e Medical Humanities del Dipartimento di Neuroscienze e Riabilitazione, Università di Ferrara, in dialogo con Diego Crivellari, presidente del Consorzio Universitario di Rovigo.
Di cosa parliamo quando parliamo di identità? Di qualcosa di unico e trasparente, sempre riconoscibile e individuabile? O invece di molteplice, sfuggente, composito?
La letteratura è ricca di personaggi che espongono il racconto della propria vita. Narrano le proprie scelte ed esperienze, ma anche i propri limiti e fallimenti. È proprio grazie ad alcune figure indimenticabili della letteratura che questo libro affronta il tema dell’identità.

Domenica 28 novembre, ore 18, Pescheria Nuova, Rovigo
I GIORNI DEL DILUVIO. IL POLESINE E LA GRANDE ALLUVIONE DEL 1951 — Presentazione del libro
L’autore, Francesco Jori, giornalista professionista, in dialogo con Mario Bellettato.
14 Novembre 1951. Il Po, in piena per un’eccezionale ondata di maltempo nell’intero Nord Italia, riversa la sua furia in Polesine aprendo nel giro di appena mezz’ora tre enormi brecce e provocando una devastazione destinata a protrarsi per undici interminabili giorni. “I giorni del diluvio” narra quelle drammatiche ore, ma anche come è rinato il Polesine nel tempo, scrollandosi di dosso l’etichetta di Cenerentola del Veneto.

Sabato 4 dicembre, ore 18, Sala Ex Pescheria, Lendinara
VIAGGIO NEL DELTA DEL PO. GUIDA SENTIMENTALE ALL’ULTIMA FRONTIERA — Presentazione del libro
L’autore, Danilo Trombin, in dialogo con Stefano Mazzotti, direttore del Museo di Storia Naturale di Ferrara.
L’autore ci accompagna in un viaggio appassionante nel Delta del Po, in territorio veneto ed emiliano, da nord a sud, fino alle saline di Cervia. Prefazione di Francesco Petretti, biologo, Comitato scientifico WWF Italia.

Domenica 5 dicembre, ore 18, Palazzo Angeli, Rovigo
VIAGGIO NELL’ITALIA DELL’ANTROPOCENE — Presentazione del libro
L’autore, Mauro Varotto, in dialogo con Elena Cardillo, presidente Associazione REM.
Un libro sorprendente e provocatorio, che immagina come cambierà la geografia dell’Italia se non saremo capaci di arrestare gli effetti del cambiamento climatico. L’impatto dell’umanità sul pianeta sta producendo effetti devastanti.
La realtà geografica che identifichiamo con l’Italia è stata nei millenni estremamente mobile per ragioni tettoniche, morfogenetiche, climatiche ma in ultimo anche antropiche. Possiamo dunque affermare, con rigore scientifico, che Homo sapiens sta contribuendo a cambiare il clima e la conformazione della superficie terrestre: non è un fenomeno recente, ma non era mai accaduto in tempi così rapidi e con conseguenze così vaste. Considerata questa inedita accelerazione, non possiamo fare a meno di chiederci: come muterà l’aspetto del mondo nel futuro prossimo?

Tutte le informazioni su:
www.solidaria.eu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *