REM (la rivista) da sempre apre fessure alla ricerca di pensieri, parole, figure che tutte insieme compongono il nostro sguardo policromo sul mondo.
Il numero 25 brulica di scorci intensi.
Uno è di sicuro l’intervista di Sandro Marchioro a Francesco Permunian, scrittore originalissimo, ruvido e ventoso insieme, che venerdì 1° ottobre sarà ad Adria, al caffè Cavour alle 18.45, per conversare proprio con Sandro Marchioro nell’ultimo appuntamento delle “Impressioni di settembre”, gli incontri con libri e autori organizzati dall’associazione REM.

Nell’articolo pubblicato nella rivista (da pag. 25 a pag. 29) si parla dell’ultimo libro dello scrittore “Giorni di collera e annientamento” (ed. Ponte alle Grazie) e del gesto di scrivere, dello stile nel farlo.
Argomento corposo che nella conversazione tra i due diventa cruciale. Quella materia vasta e informe, la scrittura, sembra oggigiorno maneggiata, palpeggiata da una quantità di mani fuori misura. Eppure, l’esondazione di parole, per quanto incontrollata, ha tutta la nostra attenzione.
Leggere le riflessioni di Francesco Permunian sull’argomento ha l’effetto di una bussola, o di un sestante posizionato per bene a misurare l’orizzonte.
Con l’intervista i lettori troveranno anche un frammento del primo capitolo del romanzo e un testo poetico dell’autore.

Fifì, il protagonista di Giorni di collera, è stato anche un cantante, un crooner. Se penso alla musicalità della tua prosa mi viene da chiederti che rapporto c’è, per te, tra la musica e la scrittura.
Più che di musica, parlerei di “musicalità”. Che poi coincide, sempre e comunque, con lo stile. Come non può esistere un cantante sprovvisto di orecchio musicale, così non può esistere uno scrittore privo di stile. Lo stile è tutto! Non importa di chi o di cosa si parla, bensì come lo si fa: solo i cattivi scrittori – ossia perlomeno il novanta per cento di quelli in circolazione – confonde le due cose.”

Dove acquistare REM

REM è disponibile in tutte le edicole della provincia di Rovigo e si trova in vendita anche alle librerie Libri Appesi di Adria, Ubik di Rovigo di Piazza Vittorio e Fattoria ed Edera di Carta di Cavarzere. Si può anche richiedere tramite il sito di Apogeo Editore, a questo link.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *